back next
le stelle

residenza, uffici e spazi commerciali

progetto 2005, 2010 - 2015, solduno

residence, offices, retail sapce

project 2005, 2010 - 2015, solduno

I tre edifici sorgono in un luogo di transizione ai bordi del sobborgo di Solduno a Locarno, tra una strada di quartiere e un ripido pendio verso il fiume Maggia. Il complesso aperto si orienta all’urbanizzazione delle ville borghesi del vicinato. Lungo la strada l’edificio orizzontale con appartamenti in affitto ed un piano terreno commerciale crea un fronte urbano, un indirizzo e un moderato spazio pubblico adatto al quartiere. Verso il delta si elevano due snelle torrette condominiali in cui si è ideato un solo appartamento per piano secondo la tipologia milanese della villa a piani. Le piante variano di piano in piano grazie alla sezione con tre differenti altezze interne (cucina intima 2.31m, camere 2.62m e salone borghese 2.93m). Gli appartamenti e i loro spazi si incastrano tra loro innescando un dialogo individuale con la corte interna, il vicinato e il paesaggio fluviale.
Come un tulle le facciate aderiscono ai corpi di fabbrica. La facciata ondulata in mattoni è stata fissata e sospesa a mensole indipendenti dalla struttura in cemento armato isolata esternamente. Gli elementi incollati e accastellati da un robot in orditura aperta creano l’effetto di una parete continua dal quale sono tagliate le aperture rettangolari che incorniciano le finestre. Rispetto alle finestre le aperture sono parzialmente sfasate e realizzate senza orlo ai bordi. La trama ricorda le pareti delle stalle lombarde, riprese da Rino Tami a metà anni 50 in numerosi edifici residenziali e nell’adiacente casa Beretta del 1962. Il disegno a patchwork e l’irregolarità della parete ondulata nascono  da un confronto progettuale con le tolleranze di cantiere e la produzione digitale. La facciata si compone di un assemblaggio casuale di sette elementi tridimensionali dall’effetto bugnato in mattoni ROB-brick di argilla del Giura appositamente prodotti per questo edificio che si adattano alle tolleranze e alle differenti misure della costruzione.